Chi siamo

Indirizzo

Piazza Felice Cavallotti 3 - 98122 (Messina) 

Telefono

09077721 

Sito web

me.camcom.it

Anno di Fondazione pre Unità d'Italia

1818 

Anno di fondazione post Unità d'Italia

1862 

La Camera consultiva di commercio di Messina venne istituita da Ferdinando I con decreto del 20 ottobre 1818. Con l’Unità d’Italia venne riorganizzata in Camera di commercio ed arti attraverso il regio decreto del 16 ottobre 1862 (n. 929). Il suo primo presidente fu Giovanni Battista Preve. L’attività dell’ente si concentrò, al fianco del Consiglio comunale, nella difesa degli interessi mercantili della città minacciati dal governo centrale per l’abolizione dei privilegi doganali, le franchigie di cui godeva il porto. Su altri piani si affrontarono i temi della riduzione e della parificazione al resto d’Italia delle tariffe ferroviarie o ancora quello della costruzione del bacino di carenaggio. Alla fine dell’Ottocento fu anche realizzato il palazzo sede della Camera, che però venne distrutto durante il terremoto del 1908. L’ente collaborò alla ricostruzione chiedendo, tra l’altro, l’estensione a Messina della “Legge speciale” per Napoli del 1904, che avrebbe aiutato nello sviluppo con la creazione di un quartiere industriale, la realizzazione della stazione ferroviaria e la sistemazione del porto.

Durante il fascismo il Consiglio provinciale dell’economia valorizzò alcune industrie locali, quale quella della pomice a Lipari, e si avviarono anche i lavori per la ricostruzione di una sede istituzionale. In questi anni si istituì presso l’ente anche l’ufficio di statistica.

A partire dal secondo dopoguerra la Camera di commercio si impegnò nel rilancio industriale dell’area peloritana, nel miglioramento delle infrastrutture stradali e ferroviarie, nel rilancio del lavoro portuale e cantieristico, nella promozione del territorio attraverso il riconoscimento del carattere internazionale della Fiera di Messina, e in studi e ricerche con la pubblicazione di importanti riviste.


ivo_blandina_presidente.jpgpaola_sabella_segretario_generale.jpg          


GIUNTA CAMERALE


ivo_blandina_-_picc.jpgalberto_palella_-_vice.jpg

carmelo_picciotto.jpgtonino_genovese.jpgcettina_scaffidi_militone.jpgvito_siracusa.jpgrossella_natoli.jpg


CONSIGLIO CAMERALE


ivo_blandina_-_picc.jpgalberto_palella_-_vice.jpg

alessandro_allegra.jpgdaniele_andronaco.jpgflora_mondello.jpggiovanni_calabro.jpgpaolo_siracusano.jpg

benny_bonaffini.jpgcarmelo_picciotto.jpgcettina_scaffidi_militone.jpgtonino_genovese.jpgsveva_arcovito.jpg

rossella_natoli.jpgmassimo_finocchiaro.jpgantonino_cammaroto.jpgluigi_spignolo.jpgattilio_liga.jpg

roberto_franchina.jpggiuseppe_santalco.jpgmaurizio_la_malfa.jpgfrancesco_rella.jpgstefania_giubrone.jpg

salvatore_sciliberto.jpgmario_intilisano.jpgvito_siracusa.jpgantonino_abate.jpgstellario_bossa.jpg


COLLEGIO REVISORI


carmelo_brigandi.jpggiuseppe_bilello.jpgangelo_nicastro.jpg


Bibliografia

Camera di Commercio, Industria e Agricoltura di Messina, Celebrazione del centenario 1862-1962. La Camera di Commercio, Industria e Agricoltura di Messina, Arti Grafiche, Messina 1963.
S.A. Gambino, La Camera di Commercio di Messina. Notizie storiche dalle origini ai nostri giorni, La grafica editoriale, Messina 1985.
Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Messina, La Camera di Commercio. Storia e struttura di una secolare istituzione messinese, CCIAA di Messina, 1988.
C. Torrisi, Per una storia delle Camere di Commercio in Sicilia, in Gli archivi delle Camere di Commercio, Atti del ii seminario nazionale sugli archivi d’impresa, Perugia 17-19 novembre 1988, a cura di G. Gallo, Editoriale Umbra, Foligno 1989, pp. 105-118.

Archivio

L’archivio, conservato presso la sede camerale, ha subito ingenti dispersioni a causa del terremoto del 1908 e dei bombardamenti del 1943. Non è ordinato e si trova in mediocre stato di conservazione. Non è stato pertanto possibile individuare serie archivistiche, né precisare la consistenza del materiale. Si conserva documentazione a partire dal 1875.
A partire dal 1994 la Camera ha avviato l’archiviazione ottica delle pratiche, compresi gli allegati alle stesse. Essa riguarda prevalentemente il Registro Ditte.
La Camera ha ricevuto dal Tribunale civile le seguenti pratiche di ditte cessate: Barcellona Pozzo di Gotto, fascc. 180 (1920-1990 circa); Messina, fascc. 390 (1920-1990 circa); Mistretta, fascc. 150 (1920-1990 circa); Patti, fascc. 180 (1920-1990 circa). E inoltre il Registro Ditte Attive provenienti dal tribunale di Messina, fascc. 1.050 (s.d.).

 

Galleria Foto
Ultima modifica: Lunedì 15 Febbraio 2021